Casa Museo Casa tipica contadina

Tipo Punto: 
Museo
Località: 
Baressa

La Casa Museo, gestita dal Comune di Baressa, situata nel cuore del centro storico, è costituita da un antico immobile risalente alla seconda metà dell'ottocento, completamente ristrutturato e arredato con suppellettili dell'arte povera contadina del tempo.
Nata allo scopo di recuperare e salvaguardare un'importante testimonianza storica, è ora considerata dagli abitanti della piccola comunità come luogo tipico, simbolo del vissuto delle generazioni baressesi.
La Casa Museo costituisce, soprattutto per i più giovani, un necessario elemento di conoscenza e approfondimento: i suoi ambienti, ricchi di suggestione, fanno in modo che il visitatore di qualsiasi età riesca a fare un viaggio a ritroso nel tempo, percependo i preziosi segni di antichi ritmi di lavoro, i suoni e i mestieri, appartenuti ad un mondo ora in gran parte scomparso. 
La casa, inserita tra due cortili lastricati in pietra, ospita diversi ambienti, ognuno dei quali descrive in modo fedele i luoghi in cui si svolgeva la vita del mondo contadino nella sua quotidianità. Il “ricovero degli animali”, con mangiatoie e attrezzi per la cura degli stessi; il mulino elettrico dei primi anni del '900; la camera da letto, arredata con antichi manufatti; “su foxibi”, luogo di ritrovo per l'intera famiglia e focolare delle massaie, dove il visitatore può ammirare i vari utensili adoperati un tempo per i lavori domestici; “sa saba”, riservata ad accogliere gli ospiti, ricca di antichi arazzi lavorati a mano, secondo la tecnica tipica del luogo, caratterizzati dall'accostamento di colori vivaci. 
Continuando il nostro percorso all'interno dell'abitazione arriviamo a “s'omo 'e su trabaxiu”, dove la padrona di casa esercitava l'antica arte del tessere; “su magasieddu”, la dispensa per i viveri della famiglia e “su sobariu”, deposito per i cereali, importante sostentamento per un intero anno agricolo. Sul retro c'era “sa pratza de is puddas”, in cui si trovavano i vari ricoveri per gli animali da cortile, aratri e altri attrezzi per il lavoro nei campi. In ultimo, preceduto da un modesto loggiato per il ricovero dei carri agricoli, troviamo “s'omu de sa moba”, frantoio a trazione animale, il torchio manuale e svariati attrezzi tipici del mondo contadino dei nostri progenitori.

Indirizzo: 
Via Guglielmo Marconi, 28
Telefono: 
0783 930049
Fax: 
0783 930118

Orari: 
apertura solo su prenotazione (al mattino)

Ingresso: • gratuito (senza visita guidata) 
prenotazione per le visite: 15 gg prima 
accesso ai disabili: no 

Posizione

GPS: Lat. 39° 42' 50.4108" N - Lon. 8° 52' 25.9788" E