Centro di Documentazione e Studio sulla Sartiglia

Tipo Punto: 
Museo
Località: 
Oristano

Il Centro di Documentazione e Studio sulla Sartiglia

La collaborazione tra la Fondazione Sa Sartiglia, l'Archivio Storico comunale e altre istituzioni culturali, hanno reso possibile nel 2011 la nascita del Centro di Documentazione e studio sulla Sartiglia sotto l'egida dell'Assessorato alla Cultura del Comune di Oristano.

Tra i compiti del centro vi sono la ricerca, l'analisi e lo studio della giostra equestre, finalizzati ad una conoscenza sempre più approfondita della manifestazione, della sua genesi e delle trasformazioni avvenute nel corso del tempo.

Ancora oggi non è possibile affermare con certezza in quale momento storico e per quale circostanza particolare si sia svolta la prima Sartiglia in Oristano mentre, i numerosi documenti rinvenuti presso l'Archivio Storico del Comune di Oristano, riferiscono con abbondanza di particolari le edizioni della corsa svoltesi a partire dal XVI secolo.

Il Centro di Documentazione e studio sulla Sartiglia, in collaborazione con l'Archivio Storico Comunale di Oristano e con numerosi altri archivi, ha iniziato la ricerca oltre che la catalogazione di tutti i documenti che testimoniano la corsa oristanese ma non solo.

Prosegue l'opera di raccolta delle testimonianze che ricordano le edizioni della Sartiglia e delle numerose corse all'anello svoltesi nelle città di Cagliari, Sassari ed Iglesias, documentate in occasione di feste e celebrazioni importanti nella Sardegna del Seicento.
Mascherate, giostre e rappresentazioni costituiscono anche nella nostra isola, così come nel resto d'Italia e nell'Europa di età barocca, i principali intrattenimenti organizzati in occasione di particolari eventi come matrimoni di re e regine o nascite di principi ereditari.

Le rappresentazioni, organizzate dalle autorità civiche, costituivano una occasione di svago per la popolazione che da spettatrice partecipava allo spettacolo.

La Oristano del Settecento, così come dimostrano le testimonianze documentarie, riconosce ai gremi, le corporazioni di mestiere, un ruolo fondamentale nella società e nell'economia del tempo e in quanto tali, sono i protagonisti anche nei momenti di festa.

Nel 1722, i festeggiamenti organizzati per celebrare le nozze del re Carlo Emanuele con la regina Cristina di Sulzbach, vedono la partecipazione di tutti gremi, contadini, falegnami, ferrai, figoli, muratori, scarpai e sarti. Il ricco programma degli eventi vede i gremianti impegnati nelle colorate mascherate e nelle corse equestri, in particolare i contadini corrono alla stella.

È la più antica notizia della corsa alla stella e i contadini, da allora sino ad oggi, perpetuano questa antica tradizione.

Sono ancora numerose le tessere mancanti al nostro puzzle sulla storia della Sartiglia, ma confidiamo, con l'intervento degli studiosi e la collaborazione di tutti coloro che hanno piacere di offrire al Centro di Documentazione la propria collaborazione, di aumentare le nostre conoscenze perché siamo convinti che la valorizzazione e la promozione della manifestazione passa attraverso il percorso della conoscenza e degli studi.

SEDE E CONTATTI
Centro di Documentazione e Studio sulla Sartiglia
Via Sant’Antonio c/o Hospitalis Sancti Antoni

Per info e prenotazioni visite guidate
Tel. +39 0783 302481/303159

Orari: 10.00-13.00 / 16.30-19.30 dal lunedì alla domenica - compresi i giorni festivi

Orario estivo:
dal lunedì al venerdì 10-13 e 16.30-20,
sabato e domenica 10-13 e 16.30-20.30

Indirizzo: 
Via Sant’Antonio c/o Hospitalis Sancti Antoni

Posizione

GPS: Lat. 0° 0' 0" N - Lon. 0° 0' 0" E