Carciofo Spinoso Sardo DOP

L'origine storica del prodotto ha portato il consumatore ad identificare nel corso dei tempi, il carciofo Spinoso di Sardegna con l'immagine della Sardegna stessa, tanto che nel linguaggio comune si parla di "carciofo Spinoso di Sardegna" nei menù di diversi ristoranti, nelle etichette aziendali e nei documenti commerciali. Dopo anni di lavoro per la valorizzazione di questo prodotto e la creazione di un'economia di filiera, la tradizione agricola, economica e gastronomica del carciofo Spinoso è giunta ad un traguardo importante col riconoscimento del marchio DOP. Il carciofo Spinoso Sardo è particolarmente apprezzato per la tenerezza ed il sapore gustoso delle brattee. Da un punto di vista strettamente produttivo è anche caratterizzato da una maggiore resistenza agli agenti atmosferici rispetto alla varietà non spinosa. Nella tradizione gastronomica sarda i carciofi sono declinati in una varietà di ricette di antica tradizione, cotti in umido (spesso con l'agnello), arrosto con spezie e aromi, ma anche semplicemente crudi, conditi con olio e limone (e talvolta con la bottarga, di muggine o di tonno). Da non trascurare la trasformazione del Carciofo “sott’olio” che trova rispondenza nell’antica e ancora viva tradizione conserviera sarda, dove l’utilizzo di spezie e aromi, caratteristici della macchia mediterranea, è l’elemento determinante che rende unico il suo sapore.