Chiesa del Carmelo

Tipo Punto: 
Chiesa
Località: 
Bosa

Nel 1606 i Carmelitani che giunsero a Bosa nella seconda metà del secolo XVI, ottennero dal Vescovo Manca il trasferimento dalla chiesa di S. Antonio a quella di S. Maria del Soccorso che a sua volta nella seconda metà del Settecento fu demolita perchè bisognosa di grandi restauri, per costruirne una nuova più grande e dedicarla alla Madonna del Carmelo.
L’edificio fu compiuto nel 1779, come attesta una lastra murata sopra il portale del prospetto, ma fu consacrato solo nel 1810.
La movimentata facciata è ripartita da sei lesene piatte in trachite rossa che presentano curiosi capitelli che danno origine a cinque specchi. Le lesene sono interrotte da una robusta trabeazione, ugualmente in trachite rossa, che divide il prospetto in due ordini. Il secondo ordine è diviso in tre specchi da tre lesene. Il portale centinato, sormontato dallo stemma del Carmelo è situato entro una cornice posta sotto un armonico cappello barocco. L’interno della chiesa appare semplice, un’unica navata con quattro cappelle per lato e tutte le volte a botte. Nel Presbiterio, separato da una ricca balaustra e sormontato da una cupola semisferica, domina un bellissimo altare rococò di marmi policromi, datato 1791. La sontuosità dell’altare contrasta con la semplicità dell’architettura dell’aula, così come il pulpito ligneo barocco decorato in oro zecchino e lo splendore delle ancone lignee delle cappelle di sinistra, tutte policrome e di fattura tardobarocca. Una delle cose che colpisce per la sua finezza è sicuramente la bellissima bussola in stile barocchetto. L’organo posto sopra la tribuna presso la ringhiera in ferro battuto, è del 1780 e si può considerare tra i più interessanti organi.

Posizione

GPS: Lat. 40° 17' 51.18" N - Lon. 8° 30' 7.2036" E