Chiesa di San Martino

Tipo Punto: 
Chiesa
Località: 
Oristano

La prima menzione dell’edificio figura in un atto del 1228 del giudice d’Arborea Pietro II, di dubbia autenticità. La chiesa, citata nel testamento di Ugone II del 1335, fu edificata in epoca imprecisata, mentre è possibile datare gli avanzi dell’abside al periodo fra il 1325-1350, dove si possono riconoscere gli stemmi con i pali d’Aragona affiancati all’albero deradicato d’Arborea, scolpiti in un capitello. Dal libro di conti del monastero, il Condaxi Cabrevadu, steso tra il 1415 e il 1550, si evince che fino alla prima metà del 1500 il monastero fu abitato dalle monache benedettine. Il 29 marzo 1410 l’edificio accolse la stesura del trattato di pace in cui l’Aragona vincitrice soppresse il giudicato d’Arborea, dando origine al Marchesato di Oristano. Dal 1570 il complesso religioso è occupato dai domenicani, che vi istituirono delle scuole sino al 1832; in tale anno si trasferì l’ordine degli Ospedalieri che, lasciando il vecchio ospedale cittadino di Sant’Antonio Abate, chiamò il nuovo con la denominazione di Ospedale di San Martino. Nel 1861 i religiosi furono costretti al licenziamento e a lasciare la chiesa e l’ospedale che, sino al 1973, avrà una sua particolare amministrazione con l’arrivo delle Suore Vincenziane. Nel soffitto della chiesa un cappello cardinalizio ricorda la visita nel XVIII secolo del padre generale dell’Ordine dei Domenicani, il seneghese Agostino Pippia. Nella parete absidale una epigrafe ricorda i dati drammatici della peste del 1652-1656. Nel Seicento la grande cappella a sinistra accoglieva per le preghiere i condannati a morte nell’ultima notte della loro esistenza; quella a destra, dedicata alla Madonna con il titolo di Vergine d’Itria, custodisce le sepolture di alcuni esponenti della famiglia dei marchesi De Roma. Attualmente la chiesa è sede delle due Arciconfraternite cittadine, del Santissimo Nome di Gesù e del Rosario e costituisce il luogo di partenza delle processioni della Settimana Santa.

Posizione

GPS: Lat. 39° 53' 55.0788" N - Lon. 8° 35' 17.4228" E