Isola di Mal di Ventre

Tipo Punto: 
Sito Ambientale
Località: 
Cabras

L'Isola di Mal di Ventre è un'isola del Mare di Sardegna antistante la costa della penisola del Sinis, dalla quale dista circa 9,26 km (5 miglia marine). È inclusa nel perimetro dell'Area naturale marina protetta Penisola del Sinis - Isola Mal di Ventre. In lingua sarda l'isola è chiamata Isula de Maluentu (o anche Malu entu) che significa "cattivo vento", per via dei mutevoli e repentini cambiamenti delle condizioni meteorologiche, influenzate tanto dal vento dominante di maestrale tanto dalle brezze termiche determinate dalla relativa vicinanza alla Sardegna.

L'isola di Mal di Ventre ha una superficie di 0,80 km² e presenta un aspetto pianeggiante, con l'altitudine massima di appena 18 m s.l.m.. È presente una pozza di acqua sorgiva che permette la sopravvivenza di alcune specie di piccoli mammiferi, rettili e di volatili. Geologicamente è molto antica e rappresenta un relitto della più remota orogenesi ercinica che separò definitivamente le due isole, Sardegna e Corsica, dall'area compresa tra l'attuale Catalogna e la Provenza, come testimoniano le formazioni rocciose di natura granitica riferibili alla fine del Mesozoico.

La costa orientale che si rivolge alla Sardegna si presenta per lo più sabbiosa, con alcune piccole calette che facilitano l'approdo. La costa occidentale invece si presenta relativamente alta e rocciosa e non offre approdi sicuri essendo esposta al vento di maestrale, che in questa parte dell'isola soffia particolarmente intenso. I fondali del mare intorno all'isola si presentano roccios.

Flora
La vegetazione è rappresentata dalla macchia mediterranea bassa costituita da essenze quali il lentisco (Pistacia lentiscus), il cisto, il rosmarino (Rosmarinus officinalis) e la palma nana (Chamaerops humilis) oltre che dalle erbe basse. I cespugli vengono scolpiti e modellati dall'azione costante del vento di maestrale.

Fauna
Le acque circostanti l'isola sono popolate da tartarughe marine della specie Caretta caretta e da cetacei. Secondo quanto riferito dall'esploratore Alberto La Marmora un tempo erano presenti anche le foche monache (Monachus monachus). Gli unici mammiferi presenti sull'isola sono i conigli selvatici (Oryctolagus cuniculus). L'avifauna è invece rappresentata da diverse specie di uccelli marini tra i quali i cormorani (Phalacrocorax carbo), la berta maggiore (Calonectris diomedea), la berta minore (Puffinus puffinus), il gabbiano reale (Larus michahellis), il gabbiano corso (Ichthyaetus audouinii) ed il falco della regina (Falco eleonorae). I rettili comuni sull'isola sono le testuggini.

Posizione

GPS: Lat. 39° 59' 26.3004" N - Lon. 8° 18' 24.7176" E