Pozzo Sacro Santa Cristina

Tipo Punto: 
Nuraghe
Pozzo Sacro
Sito Archeologico
Località: 
Paulilatino

Sull’altopiano basaltico di Abbasanta, nella Sardegna centro-occidentale, sorge uno dei più importanti santuari della civiltà nuragica, nei pressi del santuario campestre di Santa Cristina, con le sue numerose cumbessias (abitazioni per i novenanti ed i pellegrini, risalenti al XVIII secolo). 
Il tempio a pozzo, ascrivibile all’età del Bronzo finale (XI sec. a.C.), è composto da un atrio, una scala di 25 gradini e una camera a tholos ipogea che custodisce la fonte sorgiva, tutti realizzati in conci basaltici finemente sagomati. La parte superiore della scala, coperta da un soffitto gradonato che riproduce una sorta di scala rovesciata, è interamente di restauro. 
In superficie rimane un muro perimetrale a forma di serratura con un bancone-sedile all’interno di un recinto ellittico. 
A ovest del tempio si conserva la “capanna delle riunioni”, circolare, con un diametro di 10 m, pavimentata con ciottoli e dotata di un sedile che corre lungo tutto il perimetro interno della costruzione (conservata per 1,70 m). 
In età punica il santuario fu consacrato a Demetra e Core ed in età romana a Cerere. 

Posizione

GPS: Lat. 40° 3' 41.3892" N - Lon. 8° 43' 57.0288" E