Residence

  • attività di impresa (partita IVA);
  • minimo 7 unità arredate con cucina;
  • stabili a corpo unitario o a più corpi (max 100 metri tra loro);
  • alloggio e servizi complementari, senza offerta di prestazioni alberghiere;

L.R. 16 del 28 luglio 2017 

In vigore, ma in attesa dell'emanazione delle Direttive di Attuazione

Art.16, comma 4 – strutture ricettive, gestite in forma imprenditoriale, nelle quali sono forniti alloggio e servizi complementari, senza offerta di prestazioni alberghiere, in unità composte da uno o più locali arredati, forniti di servizi igienici e di cucina, in numero non inferiore a 7, ubicate in stabili a corpo unitario o a più corpi, ovvero in parti di stabile o in dipendenze ubicate a non più di 100 metri di distanza dalla sede principale.

In base all'art.16, comma 8 i Residence sono ricompresi nel registro regionale del turismo, artigianato e commercio che attribuisce l'Identificativo Univoco Numerico I.U.N. per singola struttura.

Lo IUN è attribuito in numerazione progressiva contestualmente alla registrazione allo Sportello Unico per le Attività Produttive e per l'Edilizia (SUAPE).

Per la commercializzazione online delle strutture extra-alberghiere è obbligatoria l'esposizione dello IUN.

Obbligo comunicazione degli arrivi e presenze degli ospiti - dati ISTAT, conferiti in via telematica alla Regione attraverso il portale SIRED, con credenziali fornite dall'Assessorato Turismo – Uffici Territoriali.

Obbligo comunicazione Questura ai fini della Pubblica Sicurezza (art.109 Tulps), attraverso portale Alloggiatiweb con credenziali fornite dall'Ufficio Alloggiati della Questura competente per territorio.

Obbligo di comunicazione alla Regione, attraverso la piattaforma SIRED, dei prezzi praticati (Con circolare del 03/09/2020 del Direttore Generale dell'Assessorato al Turismo della Regione Autonoma della Sardegna è stata disposta la soppressione dell'obbligo di "comunicazione periodica dei prezzi" da parte delle strutture ricettive (Art. 19, comma 1, lett. b della L.R. 28 lulgio n° 16).

Permane comunque l'obbligo di esposizione dei prezzi applicati e dei periodi di apertura e chiusura.

Obbligo di comunicazione del periodo di apertura/chiusura attraverso il SUAPE

Apertura: I soggetti interessati a condurre l’attività devono presentare istanza al SUAPE (Sportello Unico Attività Produttive ed Edilizia) del Comune competente per territorio secondo le norme stabilite dalla L.R.24/2016 e dalla Deliberazione della Giunta Regionale n.10/13 del 27.02.2018.

Il SUAPE, all'atto della presentazione della pratica rilascia una ricevuta automatica che ne attesta la presentazione e la presa in carico da parte del sistema.

La ricevuta automatica, unitamente alla dichiarazione autocertificativa ed ai suoi allegati costituisce, a decorrere dalla data di presentazione (a “zero giorni”), il titolo abilitativo per potere esercitare l’attività.

Moduli base:

  • DUA
  • B10
  • F31

Gli Uffici Territoriali dell'Assessorato al Turismo (competenti per territorio) verificheranno la documentazione presentata.

Seguirà all'esito favorevole della pratica, l'attribuzione dello IUN e le credenziali per l'accesso al SIRED.

REQUISITI TECNICI

Nelle more dell’emanazione delle Direttive di Attuazione della L.R. 16/2017 si applicano i Requisiti Tecnici della L.R. 27 del 12 agosto 1998.

ALLEGATO A/6 - REQUISITI E CARATTERISTICHE TECNICHE DEL RESIDENCE

1. Ferma restando l'applicazione delle leggi vigenti in materia, la gestione di residence può comprendere la somministrazione di cibi e bevande.


2. Le unità abitative di cui si compongono i residence devono possedere i requisiti igienico-sanitari ed edilizi previsti dalle norme di legge e regolamentari per i locali di civile abitazione. L'utilizzo di residence secondo le modalità previste nella presente legge non comporta modifiche di destinazione d'uso dei medesimi a fini urbanistici.


3. In deroga alle norme vigenti nei residence la ricettività può essere incrementata purché sia garantito un minimo di mq 6 di superficie per ogni posto letto aggiunto al netto di ogni vano accessorio.

ALLEGATO C - TABELLA DEI REQUISITI PER I RESIDENCE

A) REQUISITI MINIMI OBBLIGATORI


1 Componenti della struttura

1.1 Locale per il ricevimento dei clienti.

1.2 Ascensore per i clienti (per immobili a più di un piano fuori terra).
Gli immobili realizzati antecedentemente all’entrata in vigore della presente legge sono dispensati dall’obbligo dell’ascensore nel caso di oggettivi impedimenti strutturali e qualora la realizzazione comporti la riduzione del numero di unità abitative al di sotto del limite minimo di impresa.

1.3 Riscaldamento in tutto l’esercizio nei mesi invernali.
L’obbligo del riscaldamento non vige per i residence ad apertura stagionale estiva.

1.4 Apparecchio telefonico comune a disposizione della clientela, in assenza di impianto in ogni unità abitativa

1.5 Accessibilità per handicappati, nel rispetto della Legge 9 gennaio 1989, n. 13.
1.6 Posti auto, in parcheggio scoperto, pari al numero delle unità abitative. Gli immobili realizzati antecedentemente all’entrata in vigore della presente legge sono dispensati da tale obbligo nel caso di oggettivi impedimenti.


2 Componenti di ogni unità abitativa

2.1 Locale-bagno

2.1.1 Attrezzature: lavabo, bidè, vasca da bagno o doccia, wc, specchio con presa di corrente, acqua calda e fredda.

2.1.2 Dotazioni: sgabello, cestino rifiuti, scopinetto, stendibiancheria e necessario per la pulizia dell’unità abitativa. Lo stendibiancheria può essere sostituito da apposito locale comune per gli ospiti.

2.1.3 Corredi: saponetta all’arrivo del cliente, carta igienica con riserva, sacchetti igienici e, per ogni posto letto utilizzato, asciugamani, salvietta per bidè, asciugatoio da bagno.
Spazi destinati alle funzioni di:

2.2 Cucina o angolo cottura.

2.2.1 Attrezzature: lavello e scolapiatti, fornelli con aspirazione forzata mobilio, frigorifero e portarifiuti.

2.2.2 Dotazioni: stoviglie per la preparazione e la consumazione dei pasti in rapporto ai posti-letto permanenti.

2.3 Pranzo
Dotazioni: tavolo o piano d’appoggio, seggiole e panche in numero pari ai posti-letto permanenti.

2.4 Soggiorno
Dotazioni: divano o divano-letto o poltrona.

2.5 Pernottamento.

2.5.1 Dotazioni: letto fisso, comodino o tavolino di servizio, lampade o applique, armadio dotato di almeno quattro appendiabiti per ogni posto-letto utilizzato e di adeguata cassettiera o ripiani.
Solo in caso di unità monolocali è consentita la dotazione di letto a scomparsa o divano-letto.

2.5.2 Corredi: lenzuola e federa per ogni posto-letto utilizzato

3 Servizi

3.1 Segreteria (ricevimento, informazioni, centralino, portierato) 16/24 ore, per sette giorni la settimana.
Deve comunque essere sempre garantita la reperibilità del gestore o addetto anche fuori dal normale orario di segreteria-ricevimento.

3.2 Pulizia delle unità abitative (escluso il riassetto della cucina) una volta alla settimana.

3.3 Cambio biancheria da letto e da bagno una volta alla settimana.

3.4 Lingue estere correntemente parlate dal gestore: almeno una.

B) REQUISITI FUNGIBILI

4 Dotazioni della struttura

4.1 Aria condizionata in tutto l’esercizio 3

4.2 Ristorante 5

4.3 Bar 3

4.4 Sale convegni (almeno 50 posti) 2

4.4.1 Per ogni cinquanta posti in più aggiungere punti 1

4.5 Altre sale per uso comune: lettura,TV, ecc. (ognuna) 1

4.6 Sala giochi o spazi esterni attrezzati per bambini 2

4.7 Impianti sportivo-ricreativi 5

4.7.1 Piscina coperta 5

4.7.2 Piscina scoperta 3

4.7.3 Campo da tennis (ognuno) 2

4.7.4 Altri impianti: minigolf, bocce, ecc.(ognuno) 1

4.8 Posti auto all’interno del complesso, in numero superiore al 50 % delle unità abitative 5

4.8.1 in garage o box 3

4.8.2 in parcheggio coperto 1

5 Dotazioni delle unità abitative

5.1 Aria condizionata regolabile dal cliente 2

5.2 Almeno il 50 % delle unità con cucina in locale separato e distinto da ogni altro locale 3

5.3 Televisione

5.3.1 a colori 3

5.3.2 in bianco e nero 2

5.4 Radio e/o filodiffusione 1

5.5 Telefono abilitato alla chiamata esterna diretta 3

5.5.1 Telefono nella camera con chiamata per centralino 1

5.6 Elettrodomestici ed accessori

5.6.1 Lavastoviglie, lavatrice (ognuno) 2

5.6.2 Ferro da stiro, altri elettrodomestici (ognuno) 1

6 Servizi

6.1 Segreteria e sorveglianza per ogni quattro ore oltre al minimo aggiungere punti 2

6.2 Servizio custodia valori 2

6.3 Pulizia delle unità abitative: per ogni intervento oltre al minimo aggiungere punti 3

6.4 Biancheria: per ogni cambio oltre al minimo

6.4.1 da letto, aggiungere punti 3

6.4.2 da bagno, aggiungere punti 2

6.5 Lingue estere: per ogni lingua correntemente parlata dal gestore o direttore o dal personale di segreteria, oltre al minimo, aggiungere punti 1

6.6 Organizzazione di servizi ricreativi per la clientela (animazione, corsi sportivi ecc.) aggiungere punti 5

Classificazione dei Residence

Cat. 3°: requisiti minimi obbligatori

Cat. 2°: requisiti minimi più 25 punti di requisiti fungibili

Cat. 1°: requisiti minimi più 40 punti di requisiti fungibili

VAI ALLA SCHEDA S.U.S. (Sportello Unico Servizi)