Museo della tecnologia contadina Maestro Salis

Tipo Punto: 
Museo
Località: 
Santu Lussurgiu

Il Museo della Tecnologia Contadina nasce nel 1976 ad opera del centro di cultura popolare UNLA, che ancora oggi lo presiede e lo ospita nella sua sede: una preziosa e caratteristica casa padronale del XVIII secolo della quale il museo occupa undici stanze. 
I reperti esposti testimoniano l’azione dell’uomo, il suo modo di organizzarsi nello spazio e nel tempo, descrivendo la civiltà agro-pastorale lussurgese e le risposte che essa ha dato per soddisfare i bisogni fondamentali dei suoi protagonisti. 
Gli oltre 2000 strumenti da lavoro ed oggetti di uso quotidiano del passato provengono esclusivamente dalle famiglie del paese che considerano il Museo il “custode” della memoria storica comunitaria. 
Essi rappresentano un momento di riflessione ed uno strumento per riscoprire o costruire la propria identità culturale e favorire l’indagine storica e antropologica Gli oggetti del museo costituiscono un corpus documentario di rilevante spessore educativo e scientifico. Testimoniano in maniera diretta e concreta anche le più sommesse vicende esistenziali che hanno scandito, in tempi ormai lontani, sia la faticosa lotta per la sopravvivenza delle classi subalterne della comunità, sia l’illuminato impegno delle categorie egemoni nell’intrattenere rapporti col continente italiano e non solo, al fine di assorbire le novità tecnologiche attinenti l’ambito agro-pastorale e artigianale.

Indirizzo: 
Via D. Meloni, 1
Telefono: 
0783 550617
Cellulare: 
340 7706673

Posizione

GPS: Lat. 40° 8' 30.0228" N - Lon. 8° 39' 8.1576" E